Stare a vedere Grillo?

Lunedì 14 Maggio 2012 | peraPensiero | 3 commenti

Immagine anteprima YouTube

Questa è una risposta non polemica al lider maximo Apo. Inizialmente era nata come commento ad un suo post. Poi mi sono fatto prendere la mano e sono uscito dagli spazi consoni ad una semplice replica.

Dice Apo: Grillo non è Chavez, ma l’Italia non è il Venezuela. Che tradotto potrebbe diventare: l’Italia non è ancora pronta per il Socialismo, quindi andiamo pure con Grillo, con tutti i difetti che innegabilmente ha. Grazie a lui andremo oltre questa pseudo repubblica dei puttanieri e dei banchieri. Poi, una volta attuato lo strappo, staremo a vedere.

Stare a vedere Grillo. Stesse cose che si dicevano per Silvio. Proviamo con lui, poi vedremo… Sono sempre stato critico, e resto critico. Almeno fino a quando M5S utilizzerà gli stessi strumenti del potere per andare al potere: le elezioni “democratiche”.

Dice, “ah ma siete sempre tutti pronti a criticare”, “ah ma i media ci giocano”, “ah ma il vecchio si difende dal nuovo ricoprendolo di merda, accuse di falsi attentati ecc…”. Vero. Però, con un poco dalemiano “francamente”, non è che il diritto di insultare sia una prerogativa di Grillo, che da parte sua invece ne fa largo uso. E neppure l’essere insultati rende (cristianamente) martiri e, per grazia ricevuta, giusti: altrimenti la Minetti sarebbe la Madonna (va beh, facciamo solo la Maddalena dai).

A me pare che Grillo non rompa proprio nulla, né dal punto di vista economico, né culturalmente, né religiosamente. O basta bruciare banche, libri e chiese per manifestare un nuovo Zeitgeist?

In sintesi, mi sembra sempre che ci si accontenti del meno peggio… che sia il PD, IDV, M5S o SEL di turno. Ma allora la soluzione dove sta?

Io dico che la soluzione è la prassi quotidiana, unica profezia che si autoavvera. Posso essere d’accordo con molte delle battaglie di Grillo e del suo movimento: non sono affatto d’accordo coi metodi (che trovo poco nuovi) e neppure coi fini (che trovo poco chiari).

Finché si attenderanno le elezioni e finché le persone (nb dico persone, NON elettori, NON cittadini), utilizzeranno le loro facoltà di esseri senzienti per 3 giorni all’anno beh, io dico che andiamo poco lontano. Anzi, dico che staremo a vedere. Ancora.

Tags: , ,

Del tapiro d’oro e altri vitelli

Sabato 19 Novembre 2011 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

La Bibbia è fonte inesauribile di metafore capaci di spiegare il reale con una forza francamente inimitabile. Si può anche essere atei e anticlericali ma la cultura occidentale, italiana in particolare, ha nell’immaginario biblico un vero e proprio archetipo.

Fare riferimento al figliol prodigo, al camminare sulle acque, al dividere il pane è il modo più rapido ed efficace per trasmettere i concetti di perdono/redenzione, onnipotenza, generosità. Per questo il racconto biblico è così pregnante rispetto ai nostri meccanismi di comprensione.

Di fronte all’ineluttabile efficacia comunicativa della terminologia cristiana si possono scegliere due posizioni: conoscerla o subirla. Ecco perché vorrei fare un piccolo parallelismo tra il Tapiro d’Oro gigante, che qualche giorno fa ha troneggiato davanti a Palazzo Grazioli per “sbeffeggiare” il deficiente del consiglio uscente Silvio Berlusconi, e i tanti vitelli d’oro che Berlusconi ha evocato durante il suo quasi-ventennio.

(continua…)

Pere in discoteca

Mercoledì 5 Ottobre 2011 | peraPensiero | 1 commento

Immagine anteprima YouTube

E se lo dice un presunto mafioso come il ministro Romano c’è da crederci. All’inaugurazione della ventottesima edizione del Macfrut è stata questa la promessa al popolo cesenate: “Porterò le pere in discoteca“. Il Perablog non può non sentirsi chiamato in causa da tali esternazioni; e da referente unico del frutto proibito del terzo millennio, e da luogo di analisi semiseria dei fatti più interessanti dal punto di vista della comunicazione.

(continua…)

Viva la ciccia bona!

Mercoledì 7 Settembre 2011 | peraTavola | Nessun commento

Domenica scorsa sono stato a Badia di Moscheta assieme a Silvia e amici vari. Capocordata della spedizione l’insaziabile Saimir. Il ristorante è sito in un antico convento, tipologia di struttura notoriamente dedita a denunciare le debolezze della carne, e che nei secoli è passata a decantarne le virtù. Oggigiorno infatti questo rifugio/ristorante è diventato un santuario per gli amanti della ciccia cotta come si deve (cioè quasi cruda).

La sensazione di godimento provata non è descrivibile, quindi lascio parlare le immagini!

Attack of giant pidgeon

Lunedì 1 Agosto 2011 | peraComix | Nessun commento

Scusate ma questo è puro genio.

Sostieni Schiavi in Riviera

Sabato 23 Luglio 2011 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Oggi vorrei parlarvi di una realtà molto importante che esiste sul territorio romagnolo da qualche anno. Chi passa ogni tanto per le località della riviera forse si è già imbattuto nei famosi cartelli gialli con la scritta “CERCASI SCHIAVO”. Questi cartelli sono stati finora uno dei pochi strumenti di visibilità del comitato Schiavi in Riviera, oltre al sito www.schiavinriviera.it.

Da ieri esiste anche il corto che potete vedere all’inizio di questo articolo. Si tratta di un filmato molto forte che racconta il contrasto tra l’innocenza del divertimento e la crudeltà delle condizioni dei lavoratori stagionali.

Personalmente ritengo che ciascuno possa decidere se far rispettare i propri diritti o meno, e quindi ciascuno può decidere se lavorare a certe condizioni o cercare altro. Però è evidente che il semplice diniego di qualche isolato Don Chisciotte può fare poco contro un sistema incancrenito da decenni di silenzio.

Quindi benvengano queste iniziative, benvenga il coraggio di sostenerle, e soprattutto benvenga l’intelligenza di replicarle in tutti gli ambiti in cui servirebbero.

Visitiamo www.schiavinriviera.it, informiamoci, sosteniamo il comitato e facciamo in modo che il divertimento sia basato sul rispetto e non sullo schiavismo.

HELL’o World: This is the Painkiller!

Giovedì 7 Luglio 2011 | peraSound | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Una delle cover migliori di tutti i tempi: Painkiller (Judas Priest), rivisitata dai leggendari Death del compianto Chuck Shuldiner. Per svegliarsi come si deve!

Pubblicità progresso: Skyscanner

Giovedì 16 Giugno 2011 | peraViaggi | 2 commenti

Stavo cercando un volo per le mie prossime vacanze quando mi sono imbattuto in questo ottimo motore di ricerca: http://www.skyscanner.it/. A differenza di molti altri sistemi di ricerca voli, Skyscanner permette di ricercare andata e ritorno all’interno di un range temporale, caratteristica utilissima quando non si sa esattamente quando si vuole/si può partire. All’interno di questo periodo di tempo Skyscanner segnala tutti i voli disponibili, la differenza di prezzo ecc… facilitando moltissimo la scelta. Quindi il primo consiglio che vi dò per le vacanze estive 2011 è questo: volate con Skyscanner! Meno fondamentale di una dritta per viaggiare gratis, ma pur sempre meglio dei servizi di Studio Aperto sulle creme solari.

La Banana nell’Orecchio è tornata!

Lunedì 30 Maggio 2011 | peraComix | Nessun commento

Con immensa felicità annuncio ai lettori del mio blog il ritorno in formato FaceBook di una delle poche, mitiche, vere avanguardie del nonsense mondiale: La Banana nell’Orecchio, l’unico quotidiano che non esce tutti i giorni!

Pochissimi conoscono questa rivista che avevo data per morta quasi un decennio fa. Credo per la verità di essere l’unica persona di mia conoscenza ad averne mai sentito parlare.

Non riusciurei a descriverla nemmeno impegnandomi, e l’attuale profilo FaceBook ancora non rende l’idea di cosa fosse la gloriosa Banana. Ma sono sicuro che finalmente i social network daranno alla redazione il successo che merita.

Non mi resta che lasciarvi con l’ultima cover del mitico Suore&Sudore, uno dei periodici più assurdi mai esistiti. Allego anche qualche info aggiuntiva sulla storia della Banana, per i più curiosi.

La Banana nell’OrecchiO nasce nel 1996 come sito web indipendente, realizzato e diretto da M. Simonelli con la collaborazione di Emiliano Mattioli. Di frequenza bi-mensile, nei 5 anni di attività ha pubblicato 26 numeri, numerosi inserti speciali, concorsi e interviste esclusive. Poteva contare su un numero di abbonati superiore alle 600 persone, con una frequenza settimanale media di 1000 contatti. Recensita dalla rivista Prima Comunicazione - è stata un piccolo fenomeno di culto a cavallo tra gli anni ‘90 e il nuovo millennio.

Se non loro, chi?

Venerdì 27 Maggio 2011 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Ore 19,00 di una piacevole sera di Maggio. Come ogni lavoratore occidentalizzato mi reco a regolare il mio conto in sospeso con l’attività fisica. La corsetta serale permette di scaricare tossine, eliminare lo stress, e ricaricare il fisico per la nuova splendida giornata di ufficio che verrà. Voi del futuro che leggete, sappiate che in Italia nel 2011, gli adulti lavoravano mediamente 8 ore al giorno per 5 o 6 giorni, e nel resto del tempo si preparavano a lavorare.

E’ per questo che corriamo. Aumentando la velocità cresce la possibilità di vedere cose belle che durante la giornata lavorativa vanno inevitabilmente perse. Per esempio durante la mia corsetta serale vedo nell’ordine: le cooperative ortofrutticole con i trattori dei contadini che scaricano il raccolto della giornata, le campagne della bassa cesenate, gli alberi in fiore o in frutto, i mille rigagnoli dell’Urgon. E poi i campi da calcio, le aree verdi e i giardini pubblici. Vuoti.

(continua…)

E la contabilità familiare

Mercoledì 4 Maggio 2011 | peraFamily | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Tra bollette, vacanze, benzina, buste paga, collaborazioni più o meno occasionali, conti correnti, libretti postali e bancari talvolta è difficile rendersi conto di quanto contribuiamo ad oliare gli ingranagi del capitalismo vittorioso e imperante. Il buon vecchio bilancio familiare è molto più difficile da redigere oggi di quanto non lo fosse quando la mia generazione andava alle elementari (anni ‘80).

Ecco allora che arriva la tecnologia a tenere l’ansia da conto in banca sotto controllo. I programmi per la gestione delle uscite ed entrate non sono certo una novità, anzi, probabilmente sono stati i primi ad entrare nelle case del ceto medio. Ma per chi come me non ha voglia di sbattersi a compilare fogli excel oggi è disponibile un programma fantasmagorico, il mitico Money Manager Ex.

(continua…)

I neo-nazional-socialisti

Mercoledì 6 Aprile 2011 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Proprio nel giorno in cui 5 esponenti del PDL hanno avuto la bell’alzata d’ingegno di proporre l’abolizione del reato costituzionale di apologia di fascismo, vado a rispolverare questo vecchio post mai pubblicato. Vorrei solo ribadire che non è certo di queste sparate che dobbiamo preoccuparci: voglio proprio vederli a ricostituire il partito fascista. Dovremmo preoccuparci di come il reato di apologia sia già rimosso nei fatti, di come il fascismo sia già concettualmente riabilitato e di come ci distrae con queste stronzate, facendoci dimenticare, per esempio, che son passati 2 anni dal terremoto del 6 Aprile e l’Aquila è ancora un paese fantasma; che oggi il berlusca doveva essere processato e invece l’ha fatta franca per l’ennesima volta; che l’occidente civile di cui ci vantiamo di far parte continua a giocare sulla scacchiera-Africa solo perché Sarkozy e l’America non vogliono rinunciare alla cioccolata in tazza, e poi ci lamentiamo perché Lampedusa è presa d’assalto dagli sbarchi.

E la nostra alternativa qual è? Solo prodotti italiani, chilometro zero, controllo e accusa delle persone, megaeventi con un omino che parla da un balcone o da un palco e tutti ad applaudire e ridere, anche se non ci sarebbe proprio niente da ridere. Ma soprattutto la presunzione di essere i migliori. Per carità, c’è tanto di buono in tutto questo, ma ci sono anche molte forzature e, soprattutto, c’è troppa faciloneria e troppa voglia di slogan.

(continua…)

So far so good… so what?

Mercoledì 16 Marzo 2011 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Prendo in prestito il titolo di un controverso album dei Megadeth per ringraziare anticipatamente tutti coloro che hanno deciso di farmi gli auguri nonostante la mia nota reticenza alle feste di compleanno. Questa volta avete veramente esagerato. Sono d’accordo che 30 è una bella cifra, ma istituire addirittura una Festa Nazionale in mio onore mi sembra un tantino troppo.Comunque sia, domani sarà un 17 marzo diverso. Probabilmente sarà il più diverso da qui a chissà quanto tempo.

(continua…)

L’Aquila chiama Italia

Venerdì 12 Novembre 2010 | peraCommunications | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Ho già speso tante parole su questo blog [1] [2] [3] per ricordare almeno ai miei lettori che l’Aquila è ancora oggi una città fantasma, ben lontana dall’essere ricostruita. A più di un anno dal sisma i cittadini del capoluogo abruzzese chiedono ancora il nostro aiuto. Non facciamolo mancare. Chi può partecipi alla manifestazione indetta per il 20 Novembre e contribuisca alla raccolta firme per una legge speciale per i territori terremotati.

Tutte le info su http://www.anno1.org/home.

Tags: , , , , ,

Buon 5 di Novembre a tutti!

Venerdì 5 Novembre 2010 | peraPensiero | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Oggi è il 5 di Novembre. Per tutti gli amanti della Libertà e della Giustizia è come la Pasqua. Ricordatevi di festeggiare, nel vostro piccolo, coi vostri piccoli, coi vicini, con gli amici. E se non sapete cosa si festeggia… leggete qui.

Tags: , , ,

Tarantametallo!

Mercoledì 1 Settembre 2010 | peraSound | Nessun commento

Tra i vari cosiddetti “generi” di musica, popolare e non, la pizzica è sicuramente quella che più si avvicina al Death Metal, come stile, ma soprattutto come contenuto. Tra il ballo indotto dal morso della tarantola, mito fondante del ballo associato alle pizziche e tammurriate del sud Italia, e l’headbanging scatenato dalla furia salvifica di quasi tutto il Metal di stampo estremo, passa veramente poco.

Ecco come nel mio piccolo cerco di contribuire al matrimonio di due mondi ingiustamente separati dalle logiche del mercato discografico. Per ora mi limito a qualche comparsa con gli amici Colobraro, in attesa di un Ubermensch che fondi gli Extreme Jotunheimr Tarantula e invada la penisola di sano Tarantametallo…

Tags: , , , , ,

Ecco chi è stato!

Sabato 21 Agosto 2010 | peraPensiero | 1 commento

Immagine anteprima YouTube

Questa mattina mi son svegliato, e ho trovato l’invasor. Nel bel mezzo della goduria di un gran cereale inzuppato nel the, suona il campanello; praticamente un bis(coito) interrotto. Chi può essere se non loro? Le ardimentose staffette di Geova!

Esco un po’ contrariato lasciando il gran cereale a liquefarsi nel the bollente e le vedo, in tutta la loro cotonata sicumera. Due arzille vecchiette in tipico assetto da imbonimento religioso, mutuato negli anni 80 dalla Vorwerk o da AMway o da qualche altro colosso della vendita porta a porta, e mai più rinnovato. Per fortuna.

(continua…)

Tags: , , ,

J’ntremè

Martedì 10 Agosto 2010 | peraTavola, peraViaggi | Nessun commento

Ci sono parole che contengono un fascino recondito. Potrebbero benissimo non avere alcun significato, essere assolutamente astratte da qualsiasi oggetto o concetto, ma sarebbero comunque bellissime da pronunciare, e porterebbero un vento di suggestioni tale da farci sognare ad occhi aperti.

J’ntremé è una di queste parole. Ha un sapore un pò arabo, un pò italo-meridionale, sicuramente mediterraneo. Come sia arrivata sui monti della Marsica, dove l’ho conosciuta, nessuno lo sa. Il suo significato però ha un sapore ben più definito rispetto ai mondi possibili che evoca. Lo J’ntremé è un piatto tipico di Gagliano Aterno (AQ), piccolo gioiello di paese in cui ho avuto il piacere di suonare con i miei Artenovecento. Trattasi di corata d’agnello con peperoni verdi e sedano, tutto tagliato in piccolissimi pezzetti, e cotto in pentola con olio, aceto e aromi vari. Ennesima magia di questo Abruzzo che non smette di stupirmi tutte le volte che ci torno. Ennesimo ricordo che porto a casa, assieme al desiderio di tornare presto in quella che sento sempre più come la mia dimora ideale.

In caso sospettiate che questo sia uno spot per invitarvi a visitare l’Abruzzo, l’Aquila e tutti i paesi colpiti dal terremoto del 6 aprile scorso, vi tolgo il dubbio: questo è esattamente un invito a farlo. Non esiste berlusconi che possa rimettere in piedi una città distrutta, servono solo Italiani che portino affetto, e purtroppo anche soldi, alle attività locali, attraverso il turismo e l’amore per una regione che non teme paragoni con nessun’altra blasonatissima località, a partire dalla Toscana. Armatevi di rispetto e andateci!

Tags: , , , , ,

Urécia

Lunedì 2 Agosto 2010 | peraPensiero | 1 commento

Immagine anteprima YouTube

Urécia era un matto, ma a me non è mai sembrato tale. Ai miei occhi di bambino sembrava un adulto come tutti gli altri. Anche lui passava fuori dal recinto del mio cortile, mentre io giocavo a pallone, e ciondolava al bar tutti i giorni dopo pranzo e dopo cena, anche lui con lo stuzzicadenti in bocca, anche lui disinteressato al lavorio femminile che precede e posticipa i pasti, come tutti i reduci del patriarcato indolente della bassa padana.

(continua…)

Tags: , , ,

Adoro l’odore del napalm

Giovedì 15 Luglio 2010 | peraCommunications, peraSound | Nessun commento

Immagine anteprima YouTube

Ormai ci siamo. Come sanno i sostenitori degli Artenovecento, il 18 Luglio all’alba suonerò sulla spiaggia 60 di Riccione. Si tratta di una bella sfida e non vedo l’ora di godermi le reazioni del pubblico.

Intanto, visto che un amico mi ha appena regalato una registrazione inedita di De André a Ravenna risalente al 1984, posso rubare a Faber una battuta che disse in quell’occasione, e cioè che sicuramente avremo il merito di far dormire bene qualche persona.

Spero di poter salutare anche qualche lettore di questo blog a Riccione! E se proprio non venite per la musica, venite almeno per i bomboloni gratis alla fine del concerto.

Tags: , , , ,


Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'Sql216658'@'62.149.141.217' (using password: YES) in /web/htdocs/www.perablog.com/home/stats/inc/main_func_class.inc.php on line 39
ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .